Assemblea – 25 luglio Bergamo

Condividi

Comitato provinciale bergamasco del NO nel Referendum costituzionale sul taglio del numero dei parlamentari

ASSEMBLEA

SABATO 25 LUGLIO alle h. 10,00

Circolino della Malpensata, via L. Luzzatti, 6b – Bergamo

Nel febbraio di quest’anno , su iniziativa di un gruppo promotore di cittadini indipendenti, si era costituito a Bergamo il Comitato provinciale del NO nel Referendum costituzionale sul taglio del numero dei parlamentari. Un Appello (*) (“Perché voteremo NO”) era stato inviato ai giornali cittadini con preghiera di pubblicazione: veniva rilevato come, anche a livello nazionale, i cittadini non fossero informati in modo adeguato rispetto ad una modifica costituzionale dalle implicazioni importanti e dagli effetti negativi sul nostro sistema democratico-rappresentativo.

Come è noto, la pandemia da Covid 19 aveva reso necessario il rinvio della data del voto e anche nella nostra città, colpita in modo particolarmente doloroso, le iniziative di organizzazione del Comitato si erano interrotte, fatta salva l’informazione sulla pagina FB che è stata tenuta aggiornata.

Con l’attenuarsi della pandemia, il Governo ha stabilito una probabile nuova data elettorale per il 20 – 21 settembre. Non ha recepito la richiesta, pervenuta da più parti, di evitare un’ unica giornata di elezione, con l’accorpamento del voto referendario e di quello regionale e comunale.

Il Comitato del No considera questa scelta molto negativa, in quanto si tratta di temi diversi, che implicano campagne elettorali distinte: un referendum costituzionale non può essere confuso con elezioni di assemblee rappresentative regionali o comunali. Il Comitato del No sostiene le iniziative di ricorso predisposte per l’accertamento del diritto di votare per il referendum in modo separato e distinto da altre elezioni.

Nel caso si dovesse arrivare comunque al referendum, è necessario organizzare la campagna per il No. In questo senso si stanno schierando soggetti diversi, giornali, associazioni, movimenti e partiti presenti e non presenti in Parlamento.

Facciamo quindi nostro l’appello del Coordinamento per la democrazia costituzionale:

“Continueremo a prendere tutte le iniziative possibili per ottenere che il referendum sul taglio del parlamento si svolga in una giornata a sé stante, ma il Governo deve comunque garantire una puntuale e diffusa informazione alle elettrici e agli elettori su cosa i cittadini verranno chiamati a decidere, come del resto recita un Odg approvato dal Parlamento . Riteniamo sia responsabilità del governo garantire che questainformazione sia oggettiva e concordata, coinvolgendo nella stesura delle informazioni agli elettori i rappresentanti del No per illustrare le ragioni contrarie al taglio del Parlamento….”Gli organi di informazione,

Tv, Stampa, social debbono impegnarsi per illustrare le ragioni del voto, coinvolgendo anche i rappresentanti del No, fornendo le informazioni prima possibile. Il Governo deve garantire che vengano considerate valide tutte le procedure già iniziate per l’accesso ai mezzi di informazione in vista del voto del 29 marzo, poi rinviato per la pandemia da Covid 19, e che ora sembra che il Governo vorrebbe fare ripetere, con un inutile raddoppio di costi e impegni.”

Per confrontarci sui contenuti del Referendum e per concordare e definire gli aspetti organizzativi e di coordinamento territoriale, invitiamo tutti i cittadini interessati a partecipare all’Assemblea.

N.B. L’assemblea si svolgerà all’aperto ed è assicurato il mantenimento continuativo della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro tra tutti i partecipanti nel rispetto delle norme sanitarie di contenimento della diffusione del contagio da COVID – 19.

  • pubblicato sulla pagina FB del nostro Comitato : “COMITATO PROVINCIALE BERGAMASCO PER IL NO AL TAGLIO DEL PARLAMENTO”