ANSA 8 settembre

Condividi

MARTEDÌ 08 SETTEMBRE 2020 14.49.54

Referendum: Comitato No, Pd crea ancora piu’confusione

ZCZC1522/SXA XPP20252004111_SXA_QBXB R POL S0A QBXB Referendum: Comitato No, Pd crea ancora piu’ confusione (ANSA) – ROMA, 08 SET – “La scelta del Pd era preannunciata, quindi nessuna vera sorpresa. Purtroppo e’ una decisione che crea ancora piu’ confusione”. Lo dichiara Alfiero Grandi, vicepresidente del Comitato nazionale per il No al taglio del Parlamento “La proposta di lanciare una iniziativa per superare il bicameralismo perfetto tra Camera e Senato – osserva Grandi – paradossalmente, conferma che il taglio del parlamento che si votera’ il 20 e 21 settembre e’ancora piu’ incomprensibile e inaccettabile. Prima Pd e LeU hanno chiesto dei contrappesi al voto sul taglio del parlamento, con una nuova legge elettorale e altre modifiche della Costituzione. Ora, non solo dopo un anno e’ tutto e fermo e la confusione sotto il cielo e’grande, ma si cerca di compensare questo blocco oltre che con impegni a parole con una nuova proposta che investe il ruolo della Camera e del Senato. Era gia’ difficile per Pd e LeU giustificare un capovolgimento di posizione, dal no al si’, ora la confusione diventa massima. Se erano queste le intenzioni perche’ semplicemente non si e’ scelto di cambiare la proposta voluta fortemente dai 5 Stelle e imposta all’ attuale maggioranza cambiando in parlamento il testo e inserendo da subito le modifiche in modo comprensibile? Questa ansia di cambiare qualcosa e’ solo la conferma che il taglio del parlamento e’ semplicemente sbagliato, per fortuna il referendum puo’ ancora bloccare questa proposta”. “La verita’ e’ che sia i contrappesi che questa nuova trovata – insiste Grandi – servono solo per convincere a votare comunque si’, ma in realta’ confermano che il taglio del parlamento e’ un grave errore che puo’avere gravi conseguenze sul futuro della nostra democrazia. Se vincera’ il No anche la maggioranza parlamentare avra’ il tempo per chiarirsi le idee. D’altra parte lo stesso Zingaretti ha affermato che un’eventuale vittoria del No non avrebbe conseguenze sulla tenuta del governo, uno spauracchio agitato strumentalmente”. (ANSA). IA 08-SET-20 14:48 NNNN